Quali sono i comandi utili che potrebbero servirvi quotidianamente?

Oggi parlerò di quei comandi utili che possono essere impiegati quasi “ogni giorno”. Ritengo sia inutile sottolineare che il cane deve già conoscerli.
Questi si possono riassumere in questo modo:

Il fermo

Questo comando si differenzia dal comando resta poiché il cane non deve restare sul posto mentre voi vi allontanate. Deve restare semplicemente fermo in piedi.
Una classica situazione in cui potreste utilizzarlo è quella relativa ai passaggi pedonali oppure ai semafori pedonali.
In queste situazioni l’animale dovrà rimanere fermo senza muoversi in attesa di passare insieme a voi.

Il resta

In questo caso il comando implica il restare sul posto in posizione seduta oppure a terra mentre vi allontanate.
Un’altra classica situazione in cui potrebbe tornarvi utile, potrebbe essere individuata in una duplice variante.
  1. Dovete farlo salire in automobile quando non c’è sufficientemente spazio per farlo entrare;
  2. Dovete lasciarlo, purtroppo, fuori da qualche locale pubblico (bar, sali tabacchi, piccoli negozi alimentari);
Nella prima variante il cane, soprattutto se di grossa taglia, va posizionato in sicurezza mentre svolgete le manovre necessarie per consentirgli di salire agevolmente.

Il piede

Questo comando potreste utilizzarlo quando vi trovate ad affrontare situazioni in cui l’animale deve restare esattamente al vostro fianco e al vostro passo.
Anche in questo caso posso indicare due situazioni abbastanza tipiche.
  1. Passaggi molto stretti in cui incrociate altri passanti anche in bicicletta;
  2. Passaggi in cui incrociate altri cani di cui non conoscete la reazione;
Su quest’ultimo punto vale la pena soffermarsi un attimo. L’incrocio con altri cani è spesso una situazione non facile da prevenire oppure da interpretare.
Non sono poi così rari i casi in cui il vostro cane è equilibrato e tranquillo, contrariamente a quello che andate incrociando. Quindi, comando piede a parte, è sempre meglio tenere una buona distanza se possibile, oppure cambiare proprio strada.
Non si sa mai, potreste incontrare dei “cerberi” di cui ho già parlato nell’articolo “non sono cani, sono cerberi, purtroppo!“.

Ricordate sempre

L’addestramento e una corretta educazione restano il fulcro per il benessere reciproco del binomio cane-uomo. La cosiddetta “scuola”, è la “scuola”, la passeggiata è un’altra cosa.
Con questo che cosa voglio dire?
Semplicemente che se anche in passeggiata esagerate con i comandi che avete imparato insieme, questa diventa una sorta di “scuola dell’obbligo” che potrebbe divenire una noia mortale per entrambi.

Attenzione

È fondamentale che siate sicuri di ciò che state facendo. Se non siete sicuri voi, non lo sarà nemmeno il vostro compagno di viaggio a quattro zampe.

In questo caso evitate i comandi descritti nel presente articolo.










Lascia un commento

You must be logged in to post a comment.

Elenco Canili